Vai a sottomenu e altri contenuti

Contributo aggiuntivo e straordinario del progetto 'Ritornare a casa'

Le famiglie che assistono persone in situazioni particolarmente gravi, quali quelli in ventilazione meccanica assistita permanente o in coma, possono richiedere un CONTRIBUTO AGGIUNTIVO, fino ad un massimo di 9 mila euro.
La richiesta può essere fatta anche contestualmente al finanziamento ordinario per il progetto.
Il contributo aggiuntivo è destinato alla copertura delle spese anche indirettamente correlate alla malattia, quali il pagamento delle utenze, l'adeguamento dei locali e l'alimentazione differenziata, e può essere utilizzato pure per garantire ore di assistenza domiciliare ulteriori rispetto a quelle coperte dal finanziamento ordinario.
Il contributo ha validità annuale e può essere richiesto anche l'anno successivo, presentando la rendicontazione della spesa sostenuta.

Per le situazioni particolarmente gravi sopra citate può essere richiesto un FINANZIAMENTO STRAORDINARIO, fino ad un massimo di 18 mila euro, per la copertura delle spese anche indirettamente correlate alla malattia, quali il pagamento delle utenze, l'adeguamento dei locali e l'alimentazione differenziata
Il finanziamento straordinario può anche essere assegnato per la stessa annualità in cui è stato concesso un contributo aggiuntivo, purché sia presentato un apposito progetto e siano rendicontate le spese sostenute con quest'ultimo contributo.

Requisiti

Persone beneficiarie del Progetto “Ritornare a casa”

Costi

Nessuno

Termini per la presentazione

La richiesta può essere presentata in qualunque momento

Incaricato

Luisa Serra

Tempi complessivi

30 giorni
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto